A Carnevale ogni…dolce vale. I bignè di San Giuseppe.

I bignè di San Giuseppe

I bignè di San Giuseppe

A Carnevale ogni…dolce vale. Tra scherzi, maschere, divertimento e feste con l’arrivo del Carnevale sono molte le ricette di dolci tipici di questa festa. Frappe e castagnole la fanno da padrone, così come i bignè di San Giuseppe ( meglio conosciuti in Italia come zeppole).

Le tipiche frittelle ripiene di crema pasticcera che si preparano in occasione del Carnevale della festa di San Giuseppe il 19 Marzo sono molto apprezzate anche nel nostro territorio, alcuni le preferiscono fritte altri cotte al formo. Sempre con un unico comun denominatore, la crema.

In questo post vi sveliamo la ricetta ed il procedimento per prepararli direttamente a casa vostra.

Ingredienti

Pasta per i bignè

  • 50 gr di burro
  • 250ml di acqua
  • un pizzico di sale
  • 130 g di farina 00
  • 4 uova
  • 50 gr di zucchero

Crema pasticcera

  • 500 ml di latte
  • 150 g di zucchero
  • 4 rossi d’uovo
  • 70 g di maizena
  • 1 g di vaniglia
  • 1/2 scorza di arancia

 

Preparazione

 

Il composto per i bignè

Il composto per i bignè

Procedimento per la crema pasticciera

 

In una pentola iniziate mescolando le uova, lo zucchero e la maizena. Successivamente aggiungete il latte bollente, portate tutto ad ebollizione per almeno 2 minuti mescolando continuamente e aggiungete per ultime la scorza di arancia grattata e la vaniglia. Lasciate che il composto si raffreddi ricoprendo la crema con una pellicola trasparente.

 

Procedimento per i bignè

1) Fate bollire l’acqua con il burro, lo zucchero e il sale e versate poi tutta insieme la farina. Mescolate continuamente fino a quando si sarà formato un composto omogeneo, liscio e che si stacchi dai bordi della pentola. Togliete dal fuoco, fate raffreddare e aggiungete, una alla volta, mescolando bene le uova.

2) Mettete poi nell’apposita tasca da pasticciere con bocchetta a foro stellato l’impasto ottenuto e, su dei fogli di carta oleata che avrete buccherellato, formate i bignè (circa 6 per foglio) che dovranno essere non più grandi di una nespola.

 

La frittura dei bignè

La frittura dei bignè

3) Per cuocerle preparate 2 padelle con abbondante olio di arachide, una su fuoco medio e un’altra su fuoco più alto. Quando l’olio sarà caldo immergete nella prima padella le zeppole con tutta la carta oleata su cui poggiano. I fori praticati serviranno a fare passare l’aria in modo che le zeppole si staccheranno facilmente. Quando galleggeranno, toglietele, aiutandovi con la schiumarola, da questa padella e immergetele nell’altra contenente l’olio più caldo.

4) Fatele dorare da tutti i lati, quindi sgocciolatele su carta assorbente e ripetete questa operazione fino a quando avrete finito di friggerle tutte. Ricordatevi sempre di togliere la carta oleata non appena le zeppole si sono staccate.

 

Il tocco finale con lo zucchero a velo

Il tocco finale con lo zucchero a velo

5) Mettete le zeppole sul piatto di portata, riempitele con la crema pasticciera e cospargertele con zucchero a velo.

Advertisements