E natra vota sola sola…Sant’Antonio al Maculato

Le nostre radici. Le nostre tradizioni. Il nostro amore per questo Paese ed il suo Santo. Anche quest’anno il Maculato in occasione della festa più attesa, Sant’Antonio Abate, ha ideato per voi un menu speciale per il pranzo.

Maculato_Sant'antonio

 

Un menu che valorizza i piatti tipici della tradizione culinaria eretina, ideato e pensato anche senza glutine.

In questi giorni stiamo lavorando a pieno regime anche per la preparazione delle ciambelle a zampa, uno dei prodotti tipici ed unici del nostro territorio.

ciammelle

Come nostra tradizione domenica 17 Gennaio alle ore 12,00 in occasione del passaggio della CAVALCATA, organizziamo un ristoro per tutti i cavallari ed i nostri amici.
Alle ore 13,00 daremo inizio al pranzo con un menu dedicato, vi aspettiamo.

E natra vota sola sola… Evviva Sant’Antonio!

Advertisements

Ricette con gli avanzi di Natale

Nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma

Terminati i lunghi pranzi e cenoni a base di numerose portate? Il frigorifero è rimasto pieno di avanzi e scarti delle festività natalizie? Evitiamo sprechi inutili di cibo pensando a delle ricette gustose e veloci per il “riciclo” delle pietanze avanzate durante il Natale.

Mettendo in campo un pò di creatività ed ingegno, ecco cosa è possibile realizzare con gli avanzi dei cenoni.

polpette-di-pesce-586x390

Se il pesce è avanzato in abbondanza non gettatelo. Recuperate tutti gli scarti, che siano orate, spigole, alici o altre qualità e sbriciolate tutti gli avanzi in una terrina aggiungendo uova, prezzemolo, aglio sminuzzato, succo di limone, pan grattato mescolando tutto il composto per ottenere delle polpette. Una volta amalgamato per bene il composto della polpetta, con diametro a vostro piacimento, passatela nella farina, poi nell’uovo sbattuto e nel pan grattato per poi friggerlo nell’olio bollente. Ecco pronte le CROCCHETTE DI PESCE.

frittata-di-patate

Se invece gli scarti di carne la fanno da padroni nel vostro frigorifero questa ricetta fa proprio al caso vostro. Pollo, faraona, abbacchio, cappone in abbondanza? Tagliate il tutto, disossate, spezzettate la carne avanzato e ponetela in un recipiente aggiungendo mano a mano 2 uova ben sbattute, 2 cucchiai di amido di mais, mezzo bicchiere di latte,  un pizzico di bicarbonato e un filo d’olio, e dell’erbetta a vostro piacimento. Con la frusta mescolare per qualche minuto fino ad ottenere un composto liquido senza grumi. Versate il composto in una padella oliata e ben calda. Fate cuocere 3-4 minuti, girando il composta come se stesse cucinando una frittata e lasciate cuocere l’altro lato. Siete pronti a servire.

8639e6fefb98585dbb45a9f4c655aecb

Se la vostra voglia di dolci ancora non vi abbandona niente paura. Recuperate tutta la frutta secca avanzata: noci, mandorle, pistacchi, nocciole, ecc… In una terrina unite 150 g di farina, 100 g di amido di mais, mezza bustina di lievito per dolci,  3 uova, 2 cucchiai di olio e tutta la frutta secca a vostro piacimento. Dopo aver mescolato per bene il tutto trasferite il composto in uno stampo foderato con carta da forno e fate cuocere a 180°per 40 minuti. Sfornate facendo raffreddare il composto.

Anche per questo Natale non avremmo sprecato niente. Tutto si recupera e tutti si…cucina

Un regalo di Natale in cucina

Centri commerciali e negozi presi d’assalto nel periodo natalizio? Ansia da regalo di Natale? Scarseggiano le idee originali e creative? E se per quest’anno al posto dei soliti regali preparassimo insieme qualcosa di fatto a mano in cucina? Niente di difficile e trascendentale, solamente qualcosa di gustoso, semplice, veloce ma fatto con tanto tanto amore e passione.

Marmellate, biscotti, liquori e tante altre bontà preparate e confezionate a casa. Dal web sono molti gli spunti. Eccone alcuni.

 regali-fai-da-te

Biscotti marzapane

Ingredienti:

  • 170 g di farina per dolci
  • 60 g di burro
  • 85 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 tazzina di latte (facoltativo)
  • 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino colmo di zenzero in polvere
  • 1 presa di cannella

 Per decorare:

1 albume – 125 di zucchero a velo – 1 pizzico di sale – coloranti per alimenti (facoltativi) – zuccherini (a piacere)

Attrezzi: ciotole, sbattitore, mattarello, placca da forno, carta forno, stecchini di legno, stampini per biscotti

 

Procedimento:

Accendete il forno a 180°.

In una ciotola mescolate la farina, zenzero, cannella. Unite il burro a temperatura ambiente, tagliato a pezzettini e, lavorando con la punta delle dita, amalgamate il burro alla farina.

Unite lo zucchero di canna, mentre in un’altra ciotola lavorate il tuorlo con il miele, fino ad ottenere una crema spumosa.

Unite l’uovo al composto con la farina e lavorate fino a che avrete un impasto liscio ed omogeneo. Se necessario aggiungete il latte, o poca acqua.

Lasciate riposare l’impasto per 20 minuti, coperto, in frigo.

Riprendete l’impasto e, con il mattarello, stendetelo in una sfoglia alta circa 5 mm. di spessore. Ricordando di fare un piccolo buco in alto, per poi poter appendere i biscotti all’albero.

Tagliate i biscotti, nella forma desiderata, con gli stampini e disponete i biscotti sulla placca da forno rivestita di carta forno.

Infornate per 10 minuti, togliete dal forno e lasciate stiepidire, poi procedete alla decorazione.

 

Glassa per decorare:

Montate a neve fermissima l’albume con un pizzico di sale. Quando è montato unite, poco alla volta lo zucchero a velo e continuate a montare finchè è compleatamente amalgamato.

Con la cremina ottenuta e uno stecco di legno, decorate i biscotti e lasciateli asciugare prima di incartarli.

La glassa può essere colorata con coloranti alimentari e arricchita con zuccherini colorati o d’argento, appoggiati sulla glassa prima che asciughi.

( Fonte:Deabyday)

 

costruire_casetta_pan_di_zenzero

Casetta pan di zenzero

Ingredienti per 1 casetta:

125 gr di burro

100 gr di zucchero

50 gr di zucchero di canna

150 gr di miele

1 uovo

420 gr di farina

2 cucchiaini di zenzero

1 cucchiaino di cannella

1/4 di cucchiaino di noce moscata

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1 pizzico di sale

 

Ingredienti Glassa

2 albumi

320 gr di zucchero a velo

coloranti alimentari

canditi

confettini

Per il procedimento cliccare QUI 

IMG_3429-001

Marmellata di mele al caffè e cardamomo

Ingredienti

1 kg di polpa di mele

500 gr di zucchero aromatizzato alla vaniglia

3 cucchiai di caffè solubile

i semi di 3 bacche di cardamomo

1 bustina di pectina 2:1

 

Procedimento

In una capiente pentola a bordi alti mettiamo la polpa delle mele sbucciate,e fatte a pezzettoni.

Versiamo nella pentola lo zucchero miscelato con la pectina ed i semi del cardamomo.

Iniziamo a mescolare e portiamo a bollore.

Lasciamo bollire per qualche minuto,finchè non vediamo che le mele iniziano a sfaldarsi poi con un mixer ad immersione riduciamo le mele in purea.

Lasciamo bollire ancora per qualche minuto fino a che la marmellata non raggiunge la giusta consistenza,controllando con la prova del piattino.

A questo punto uniamo il caffè solubile e mescoliamo finchè non sarà completamente sciolta.

Invasiamo ancora bollente in vasi di vetro sterilizzati,chiudiamo ermeticamente e capovolgiamo i barattoli fino al raffreddamento.

(Fonte: MyTaste)

 

liquore-allarancia-speziato-986x400

 Liquore all’arancia speziato

 

Ingredienti

UNITÀ DI MISURA

1 litro  vodka

500 grammi  zucchero

5  arance non trattate

3  cardamomo bacche

1  vaniglia in stecca

1  cannella stecca

 

1) Comincia a preparare il liquore all’arancia speziato pulendo la frutta. Lava le arance, asciugale e preleva la scorza con un pelapatate o un coltellino affilati, facendo attenzione a non prendere anche la parte bianca.

2) Riponi le scorzette delle arance in un barattolo capiente che abbia la chiusura ermetica. All’interno del barattolo aggiungi anche la cannella, la vaniglia incisa nel senso della lunghezza e il cardamomo. Versa anche la vodka e chiudi con il coperchio. Lascia riposare al buio per 1 settimana, scuotendo ogni giorno il recipiente.

3) Trascorso questo tempo, stempera lo zucchero con 1/2 l d’acqua bollente. Versa lo sciroppo nel recipiente con la vodka e gli aromi, chiudi di nuovo il barattolo e lascialo riposare al buio per un’altra settimana, agitando ogni giorno.

4) Una volta trascorsa questa seconda settimana, a macerazione terminata, filtra il liquore con un colino foderato con una garzina, travasalo in 4 bottiglie da mezzo litro circa e tappale.

5) Per concludere la preparazione del liquore all’arancia speziato, inserisci una piccola stecca di cannella in ogni bottiglia, chiudila con tappi nuovi ed etichettale. Il liquore all’arancia dura oltre 6 mesi.

 

(Fonte: Salepepe )

 

Non ci rimane che augurarvi un Buon Natale in compagnia di questi splendidi ed originali regali.

Natale e Capodanno al Maculato

A ‪#‎Natale‬ ed a ‪#‎Capodanno‬ abbiamo pensato a dei menu speciali per le festività natalizie. Sia da asporto che da gustare nel nostro locale.

Per info e prenotazioni: 06 9066065 | 346 0221719

natalemaculato2

ASPORTO VIGILIA DI NATALE

Antipasto:frittura mista con broccoli, carciofi e vegetali
insalata di mare classica

Primi: risotto con frutti di mare
gnocchi fatti in casa con vongole e fiori di zucca

Secondi: frittura di calamari e gamberi
filetto di orata in crosta di patate

Dessert: plumcake maculato con crema chantilly e scaglie di cioccolato

ASPORTO VEGLIONE CAPODANNO

Antipasto: spiedo di gamberi rossi e funghi in vellutata di crostacei
parmigiana di polpo verace

Primi: paccheri in salsa con granchietti di mare nostrani
lasagna biancha di verdure e besciamella

Secondi: zuppa di pesce e frutti di mare
cotechino con lenticchie

Dessert: tiramisù tradizionale

PRANZO DI NATALE

Antipasto: tagliere maculato con salumi e formaggi regionali
coratella e carciofi fritti

Primi: tortellini in brodo
crepes con patate e salsiccia
parmigiana classica

Secondi a scelta: abbacchio alla cacciatora
vitello farcito con spinaci e demi glace alle erbe

Dessert a scelta: semifreddo alle noci
tiramisù classico
cantucci toscani e Vinsanto

 

LA DOMENICA SERA AL MACULATO: Domenica 29 Novembre Jazz ed i prodotti tipici di Cherubino Salumi

Dopo il grande successo del primo Happy Hour di domenica 22 Novembre in compagnia dei  Barriga Cheia, un nuovo evento al Maculato.

jazz grande

Domenica 29 dalle ore 19:00 un nuovo appuntamento con “LA DOMENICA SERA AL MACULATO” in compagnia delle buona musica con i Jazz Clandestino ‪#‎jazz‬.

Dalle ore 20:00 in contemporanea al Live Music una degustazione di prodotti artigianali in collaborazione con il nostro partner Cherubino Salumi con prosciutti affumicati tagliati a mano, coppa artigianale, ciauscolo e tanto altro ancora…

cherubino

Degusteremo anche un primo piatto a cui associare dei vini e delle birre artigianali presenti nella nostra carta. Tutto anche senza glutine.

Ti aspettiamo in nostra compagnia.

LA DOMENICA SERA AL MACULATO: torna l’Happy Hour

Torna l’HAPPY HOUR “LA DOMENICA SERA AL MACULATO.

Bossa-nova-samba-maculato1

La Domenica passala in nostra compagnia con il Live music dalle ore 19:00 per accompagnarvi fino alla cena. Un aperitivo ricco e gustoso con il nostro tagliere: specialità culinarie di Cherubino Salumi, formaggi, crostini di pane casareccio, fritture vegetali, zuppa e la nostra speciale focaccia. Incluso anche un calice di vino.

Si parte Domenica 22 Novembre con le caldi note sudamericane dei Barriga Cheia (Bossa Nova e Samba).

Per le successive domeniche nuovi gruppi, nuove sonorità, nuovi ritmi…

Per chiudere in bellezza il fine settimana e ricominciare con sprint una nuova settimana insieme scegli l’HAPPY HOUR del #Maculato.

Una notte con Zero con Alessandro Camilli

Un altro evento in programma al Maculato.

Venerdì 13 Novembre UNA NOTTE CON ZERO CON ALESSANDRO CAMILLI.

Un omaggio unico ed emozionante a Renato Zero a cura di Alesandro CamilliUn viaggio musicale alla scoperta delle più belle canzoni del cantante romano che hanno emozionato, e continuano ad emozionare, generazioni e generazioni di persone.

Maculato-Notte-con-Zero (2)

 

Un vero e proprio show. Uno spettacolo della durata di 2 ore (a partire dalle ore 20:30) con musica dal vivo per un totale di 22 canzoni e 19 cambi d’abito.

Sono rimasti pochissimi posti a disposizione, è consigliata la prenotazione chiamandoci ai numeri:

06 9066065, oppure al 346 0221719

Halloween in tavola. Le migliori ricette dal web.

Che piaccia o no Halloween è diventata per molti una festa molto sentita anche in Italia. Quale migliore occasione quindi per sbizzarrirsi in cucina e preparare dei piatti gustosi e simpatici ispirati proprio a questa festa?

Halloween è una festa dove è facile divertirsi con ricette dal tema horror semplici da realizzare. Le decorazioni sono le vere protagoniste dei party di Halloween. Largo quindi a torte con fantasmi, cappelli della strega e cocktail colorati. La zucca di Halloween non può  mancare, e con tutta la polpa che scaverai potrai preparare gustosissime ricette da offrire poi ai tuoi ospiti.

Sul web abbiamo selezionato per voi le migliori ricette che vi proponiamo di seguito. Un Menu completo da gustare in compagnia dei vostri amici o con la famiglia.

le-dita-del-morto1

Antipasto: dita ripiene al sangue

Ingredienti:

  • Farina
  • olio di oliva
  • pomodoro
  • mozzarella
  • sale

Preparazione:

Impastare la farina come per fare la pizza,staccare un pezzo e stirare. Una volta distesa riempire di polpa di pomodoro e una fetta di mozzarella, arrotolare a forma di dito e friggere con olio di oliva in una padella. Se si vuole, aggiungere gelatina possibilmente rossa.

ravioli di zucca

Primo piatto: ravioli di zucca

Ingredienti

Per la pasta:

  • 300 g di farina
  • 3 uova

 

Per il ripieno:

  • 500 g di zucca
  • 80 g di amaretti
  • 80 g di grana padano
  • 80 g di mostarda di mele
  • noce moscata
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Preparate una pasta fine con la farina, le uova e dopo averla lavorata a lungo (con l’impastatrice il lavoro diventa facile e veloce) lasciatela riposare per 30 minuti.

Preparate nel frattempo il ripieno cuocendo la zucca a forno moderato per circa 30 minuti. Fatela raffreddare, passatela al setaccio e raccoglietela in una terrina. Mescolatela con gli amaretti sbriciolati, la mostarda sminuzzata, il grana padano, il sale, il pepe e la noce moscata. Lavorate bene il composto in quanto deve risultare ben asciutto.

Con l’aiuto del mattarello o meglio ancora con l’ aiuto della stirasfoglia stendete 4 sfoglie sottili; mentre preparate una sfoglia tenete l’altra pasta coperta con un canovaccio umido in modo che rimanga abbastanza morbida e non si asciughi. Ricavate dal ripieno tante palline grandi come una nocciola e sistematele sulla sfoglia distanziate tra di loro. Ricoprite con l’altra sfoglia premendo bene fra un ripieno e l’altro, quindi con la rotellina dentata ricavate i ravioli di forma quadrata. Man mano che sono pronti, disponeteli su un piano infarinato coprendoli con un canovaccio. Lessate i ravioli in abbondante acqua salata per 5 minuti, scolateli con la schiumarola, metteteli in una ciotola e conditeli con burro fuso e grana padano grattugiato.

 

straccetti

Secondo piatto: straccetti alla crema di zucca

Ingredienti:

  • 700 g di girello di vitello
  • 50 g di burro
  • maizena
  • sale e pepe q.b.
  • 500 gr purea di zucca
  • 200 ml crema da cucina
  • 300 gr riso Venere lessato

Preparazione

Tagliate il vitello a fettine piccolissime, tipo scaglie di formaggio grana.Infarinatele e a fuoco vivo fatele rosolare nel burro. Salateli, pepateli e, quando cotti, adagiateli sul riso Venere ben caldo e copriteli con la purea di zucca che avete diluita con la panna.

 

 pumpkin-pie

Dolci: pumpkin pie

Ingredienti:

  • 2 tazze grandi di polpa di zucca ben cotta
  • 1,5 tazza di panna per dolci diluita con il latte
  • ¼ tazza di zucchero di canna
  • ½ tazza di zucchero bianco
  • 1 cucchiaino di cannella
  • ½ cucchiaino di zenzero
  • ¼ cucchiaino di noce moscata
  • qualche chiodo di garofano
  • 2 uova leggermente sbattute

 Preparazione:

Mischiare bene tutti gli ingredienti; riempire con il composto una teglia foderata con pasta frolla per crostate. Mettere nel forno e cuocere 15 minuti a 220°-230°, quindi ridurre il calore a 180° e cuocere per 45 minuti circa. Servire a scelta con panna montata o gelato al fior di latte.

Stringozzi acqua e farina alla ‪gricia

Tempo di ricette. A grande richiesta tornano gli stringozzi‬ acqua e farina alla gricia ‬al Maculato.

unnamed (1)

Una ricetta semplice, veloce ma molto gustosa che viene valorizzata grazie alle materie prime scelte. Come il guanciale‬ artigianale della norcineria Cherubino.Un ottimo prodotto per questa ricetta della tradizione romana.

unnamed (2)

Ingredienti per 4 persone:
400 g di farina di grano tenero, acqua, un pizzico di sale.

Preparazione:
Setacciare la farina e formare la classica fontana. Unire un pizzico di sale e versare al centro un po’ d’acqua, cominciando a raccogliere la farina con una forchetta. Aggiungere la quantità d’acqua necessaria per ottenere una pasta piuttosto consistente. Lavorare l’impasto con le mani per un decina di minuti, battendolo e ribattendolo più volte sulla spianatoia, fino ad ottenere una pasta liscia e che non si attacca alle mani.

stringozzi

Formare un panetto e lasciarlo riposare per circa 30 minuti. Con le mani infarinate, schiacciare, poi, il panetto e stenderlo con il matterello, fino ad ottenere una sfoglia non troppo sottile. Arrotolarla su se stessa come per fare una grande omelette. Tagliarla in modo da ricavare delle lunghe tagliatelle più o meno strette, a seconda dei gusti e/o della condimento da assorbire. Adagiare, quindi, la pasta su un canovaccio infarinato preferibilmente con farina di semola Avere l’accortezza di spolverare gli stringozzi di farina e distanziarli, in modo che non si attacchino tra di loro. Farli asciugare per almeno un’ora.

unnamed (3)

No rimane che far ben rosolare il guanciale in una padella con olio e sale e dopo la veloce cottura degli stringozzi, mantecare per bene il tutto.

unnamed

Ti aspettiamo per provarli in tutta la loro bontà.

Ricette autunnali

Siamo da sempre sensibili e molto attenti alla stagionalità dei prodotti e delle materie prime da utilizzare in cucina per la preparazione dei nostri piatti. Proprio per questo facciamo sempre molta attenzione a quello che la natura ci offre nei diversi periodi dell’anno.

L’autunno è una di quelle stagioni molto prolifiche sotto l’aspetto culinario. Vedremo quali sono le migliori ricette del periodo e le più sfiziose per deliziare la vostra famiglia e i vostri ospiti. Impareremo inoltre a scegliere la frutta e la verdura di stagione e a creare dei piatti deliziosi.

 

Gnocchi di zucca senza patate (primo piatto)

GNOCCHI DI ZUCCA

Gli gnocchi di zucca senza patate sono un primo piatto realizzato utilizzando la polpa della zucca in una miscela che non prevede l’utilizzo delle patate bollite. In questa speciale ricetta vegana va scelto il giusto tipo di zucca dal verduraio di fiducia: per questa ricetta vi consigliamo le zucche con la buccia verde-grigia, conosciute solitamente con il nome di ”Mantovane‘. Hanno una polpa più asciutta e soda, ottima per essere impastata con la farina e senza le uova.
INGREDIENTI
  • 1 Kg Di Polpa Di Zucca Già Privata Della Scorza
  • 150 Gr Di Farina 00
  • Semola Di Grano Duro Q.B. (Un Paio Di Manciate)
  • 1 Pizzico Di Sale
 PREPARAZIONE
Dopo aver eliminato la scorza alla zucca, mettete la polpa nel forno a 180 gradi per circa mezz’ora, disponendola su una teglia rivestita da carta forno. Controllate che sia diventata morbida, quindi toglietela dal forno. Dopo averla lasciata raffreddare a temperatura ambiente, passate la polpa al passaverdure. Versate la purea ottenuta in una ciotola, e unite la farina con un pizzico di sale. Impastate la miscela.
Su un piano di lavoro pulito e infarinato spargete due manciate di semola di grano duro, prendete un po’ di impasto di zucca, arrotolatelo sul piano di lavoro e fate assorbire la semola dando all’impasto una forma cilindrica, come se fosse un salsicciotto. Allungate il salsicciotto dello spessore desiderato, quindi tagliate gli gnocchi con l’aiuto di un coltello. Procedete così fino a finire tutto l’impasto, avendo cura di mettere gli gnocchi su un piano infarinato o su una gratella, man mano che vengono formati. Portate a bollore una pentola d’acqua salata per cuocere gli gnocchi. Non appena i primi iniziano a venire a galla, scolateli subito e serviteli con il condimento preferito.

(Fonte: Butta la pasta)

 

Minestra di lenticchie (primo piatto)

minestra di lenticchie

INGREDIENTI
  • 1 confezione di lenticchie al vapore
  • 60 grammi di maltagliati all’uovo
  • 3 pomodorini
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 carota
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
PREPARAZIONE
Prendete un tegame dai bordi alti, spremete due spicchi di aglio e la carota tagliata a julienne. Aggiungete l’olio e appena si scalda versate anche il brodo e i pomodorini. Lasciate andare a fiamma media con il coperchio per 7 minuti circa poi aggiungete le lenticchie scolate e cuocete ancora 5 minuti. Infine aggiungete la pasta e portate a cottura il tuttouna volta pronta mettetela nelle scodelle ed aggiungete ancora un filo di olio e pepe a piacere.

(Fonte: La cuoca volante)

 

Vellutata di zucca e castagne (secondo piatto)

zuvva

INGREDIENTI
  • 600 gr di zucca
  • 300 gr di castagne
  • 2 dadi vegetali
  • 1 porro
  • 1 costa sedano
  • 150 gr di ricotta
  • 1 foglia alloro
  • 2 cucchiai latte
  • noce moscata
  • cannella
  • olio
  • pepe
  • sale

PREPARAZIONE

Bollire le castagne in acqua con un cucchiaio di sale grosso, il sedano affettato e l’alloro per 30 minuti. Poi scolarle e sbucciarle, eliminando la pellicina interna. Tagliare a cubetti la zucca e tritare il porro, rosolare il tutto in poco olio, poi aggiungere un litro e mezzo d’acqua e i due dadi. Cuocere fino a che la zucca risulterà morbida ma non troppo molle e acquosa, poi togliere i pezzi di zucca e passarli al mixer, poi versare il purè ottenuto nel brodo di cottura.
Insaporire con noce moscata, cannella, sale e pepe. Sbriciolare le castagne e unirle alla crema, cuocendo ancora per pochi minuti. A parte lavorare la ricotta con il latte, poca cannella e mescolare bene. Suddividere la crema nei piatti fondi individuali e completarli con 1 o 2 cucchiai di salsa di ricotta. Servire ben calda.
(Fonte: Adesso cucina)
Arrosto al melograno (secondo piatto)
arrosto
INGREDIENTI
  • un arrosto di maiale
  • un melograno
  • una cipolla
  • vino bianco (o rosso)
  • olio
  • sale
  • pepe

 PREPARAZIONE

Sgranate il melograno e tagliate finemente la cipolla. salate e pepate l’arrosto, riscaldate un po’ di olio extravergine in una padella e rosolatevi l’arrosto. Quando l’arrosto e` ben rosolato mettetelo da parte in un piatto. Mettete quindi la copolla a soffriggere nell’olio rimasto (eventualmente aggiungetene dell’altro se non ne è rimasto a sufficienza). Quando la cipolla si è ammorbidita ed è diventata traslucida rimettete l’arrosto nella padella poi sfumate con del vino (io ho usato del bianco secco). Quindi aggiungete il melograno abbassate la fiamma e incoperchiate.  Lasciate cuocere coperto girando l’arrosto un paio di volte. Bagnate con un po’ di acqua (o meglio brodo) solo se necessario.
Per controllare quando è cotto io uso un termometro. In ogni caso impiega circa 30, 40 minuti. Quando è pronto mettete l’arrosto a riposare su un tagliere per qualche minuto e poi tagliatelo e disponetelo nel piatto di portata con la salsa di melograno che si è formata sul fondo della padella.

 

Crostata pere e cioccolato (dolce)

pere

INGREDIENTI
Per la frolla al cacao:
  • 460 gr di farina 00
  • 40 gr di cacao amaro
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 3 tuorli
  • 1 cucchiaino di sale
  • 300 gr di burro

Per le pere sciroppate

  • 2 pere
  • 125 ml di acqua
  • 75 gr di zucchero

Per la ganache al fondente:

  • 250 gr di cioccolato fondente
  • 250 ml di panna
  • 1 noce di burro
  • pasta di zucchero

 

PREPARAZIONE

Cominciate dalla preparazione della pasta frolla al cacao: mettere nella planetaria farina, burro morbido, sale, zucchero a velo e cacao amaro e cominciate ad impastare.Aggiungete quindi i tuorli e finite di impastare la pasta frolla al cioccolato.Compattate il panetto e avvolgetelo nella pellicola per farlo riposare in frigo. Quando si sarà ben compattata la pasta frolla, stendetela ad uno spessore di circa 5mm. Aiutandovi con un mattarello stendete la sfoglia sulla teglia e bucatela con i rebbi di una forchetta: quindi infornate per 25 minuti a 175° in modalità ventilata. Mentre la pasta frolla sta cuocendo, preparate le pere sciroppate: in un pentolino sciogliere lo zucchero nell’acqua, aggiungere le pere e cuocere per 5 minuti. Fate raffreddare le pere nello sciroppo e le tagliate a fettine.Siete quindi pronti per la parte più golosa, preparare la crema ganache al cioccolato!

Portate quasi a bollore la panna in un pentolino e versatela sul cioccolato a pezzetti: mescolate e aggiungere infine una noce di burro per dare più omogeneità alla creama.Versate nel guscio di frolla una piccola quantità di ganache di cioccolato e distribuite uno strato di pere sciroppate e versate il resto della ganache di cioccolato fino ad arrivare ai bordi.Decorate quindi la torta con la pasta di zucchero: stendetela con il mattarello e create delle foglioline con uno stampino ad espulsione.Appoggiate infine le foglioline sulla torta.

(Fonte: LeiTv)

Siete ora pronti per deliziare i palati autunnali. Buon appetito.